HEROEs - David Bowie

(Tratto da "Four Sides" - 2013 - Caosfera Edizioni)

 

La parola “eroe” proviene dal termine greco “Eros”, il dio dell’amore nella mitologia greca, che per estensione significa, appunto, “amore”. A sua volta la radice “Eros” deve il suo etimo a una parola sanscrita che riconduce alla qualità dell’integrità, dell’incorruttibilità, molto affine alla radice latina “Vir” che significa “Uomo”, ma anche omofona a “Vis”, che significa “forza”. In definitiva nel linguaggio comune “eroe” significa uomo forte, integro, capace di coraggio e intraprendenza, una sorta di cavaliere romantico che si prende cura dei deboli nella battaglia contro i forti (dalla stessa radice di “Vir”, in latino, sembra provenire la parola “Servus”, servo, nella sua accezione positiva di “preservatore, protettore” dei deboli). L’Eroe, però, va definito nelle sue caratteristiche costitutive e non nei suoi aspetti esteriori. Eroe è il figlio di un dio (immortale) e di un essere umano (mortale). L’Eroe ha lo spirito immortale dentro il corpo di un uomo: è questa la sua natura. Nel 1977 David Bowie sta attraversando i tormenti del periodo berlinese: si trova in Germania, in preda a droghe e superalcolici, come tanti altri artisti a quell’epoca. È solo. Confessa ai suoi amici fidati – John Lennon, Elton John e Keith Richards – il timore di non farcela: probabilmente non farà più musica, di lì a poco potrebbe anche morire. Ma poi decide di scrivere. C’è una donna al suo fianco, ma lui decide che questa volta dovrà arrivare alla fine senza essere aiutato. Questa volta è diverso, perché dovrà affrontare la parte più intima, la sua scaturigine. Per sconfiggere la morte David Bowie celebra la vita, pur senza dichiararlo apertamente.


We could be Heroes, just for one day.
We could be us, just for one day.
We can beat them, for ever and ever.

 

Possiamo essere Eroi, anche solo per un giorno.
Possiamo essere noi, anche solo per un giorno.
Possiamo sconfiggerli, per ora e per sempre.

 

 

Possiamo essere “immortali”, anche se solo per un giorno, ma quel giorno possiamo essere “noi”. Possiamo sconfiggere i tormenti, le paure, la dipendenza e possiamo farlo adesso e in via definitiva. È questo che urla David Bowie. Possiamo sconfiggere le nostre paure: dobbiamo cominciare! Possiamo essere Eroi per un giorno: dovremo riprovare il giorno dopo! Possiamo essere “noi”, senza orpelli: è questo il punto d’inizio. Brutti, vigliacchi, sporchi e bugiardi: dobbiamo cominciare da qui. Quando uscì, il singolo fu accompagnato da un video che ritraeva l’Artista solo, in piedi, su uno sfondo nero. Non c’erano grandi imprese sullo sfondo, né colori ed effetti speciali. Solo l’eroismo di sopravvivere al proprio tormento – pensai. Prima di averlo sconfitto.

​FOLLOW ME

  • BOOKs on Amazon
  • LinkedIn App Icon
  • FACEBOOK Account
  • Joe Santangelo's Inteviews
  • Personal E-Mail

This Site © 2013/2023 by "DJS Consultancy" - djs.consultancy@gmail.com

WebSites for Professional Writers